Giornata formativa di ricerca persone disperse

Lanzo Torinese

Sabato 20 luglio 2019 si terrà, per la prima volta nella Regione Piemonte, una giornata formativa, sia teorica che pratica, sulla ricerca persone disperse ed in particolare sull’utilizzo dei “battitori”, cioè coloro che, dopo il passaggio delle unità Cinofile, eseguono una ricerca capillare del territorio con le moderne tecniche di ricerca con il proposito di ritrovare non solo il disperso ma anche eventuali indizi che ci possano indicare il passaggio eventuale della persona da ritrovare e soccorrere.

I Volontari impegnati saranno circa 150. La prima parte della formazione si terrà all’interno della Sala “Lanzo Incontri” gentilmente messa a disposizione dell’Amministrazione Comunale del Comune di Lanzo Torinese e qui si parlerà prima del piano Provinciale per la Ricerca Persone Scomparse, della procedura di attivazione dei Volontari della Regione Piemonte e delle modalità e tecniche di ricerca in superficie. Nella seconda parte ci sarà la pratica con simulazione di ricerca disperso lungo le sponde del Torrente Tesso in Lanzo.

Purtroppo le statistiche dicono che molte persone non vengono ritrovate e spesso, purtroppo, questo accade proprio per la mancanza di conoscenza delle procedure di attivazione o per le poche risorse umane da parte di Istituzioni che non sanno che i Piani Provinciali delle Prefetture prevedono anche il prezioso supporto del Volontariato Organizzato, quale è quello del Coordinamento Territoriale di Torino e della Regione Piemonte.

Per questo scopo, ormai da due anni, Marco Fassero, Presidente del Coordinamento Territoriale del Volontariato di Protezione Civile di Torino, ha creato una Sezione dedicata al tema della ricerca dispersi che si compone sia delle Unità Cinofile che dei Battitori. La giornata del 20 Luglio sarà dedicata alla formazione dei battitori e lo scopo del Coordinamento è quello di creare una Squadra di “Pronto Intervento”, specializzata ed equipaggiata, in grado di intervenire nell’immediato e garantire delle percentuali di successo superiori a quelle attuali.

Le attività sia teoriche che pratiche saranno coordinate dall’Ispettore Superiore della Polizia di Stato Franco Muccione, Referente della Sezione Ricerca Persone Disperse del Coordinamento Territoriale del Volontariato di Protezione Civile di Torino.

RAPPORTO SULLA GIORNATA FORMATIVA PER “BATTITORI” DI RICERCA PERSONE DISPERSE

I Volontari effettivi che hanno partecipato alla giornata formativa per “BATTITORI” da impiegare in caso di ricerca persone disperse sono stati 86. La giornata è cominciata con ritrovo alle 8.30 presso la Sala “Lanzo Incontri” messa a disposizione dall’Amministrazione Comunale di Lanzo Torinese. Dopo aver effettuato il censimento di tutti i partecipanti da parte di due Volontarie addette alla Segreteria si è passato ai saluti ed alla presentazione dei lavori. A rappresentare il Coordinamento c’era Angelo Campione (Referente Logistica Coordinamento) che ha portato i saluti del Presidente Marco Fassero, mentre a rappresentare il Comune di Lanzo Torinese c’era l’Assessore con delega alla Protezione Civile Cesare Lamberto che ha portato i saluti del Sindaco e di tutta l’Amministrazione Comunale e che seguito con interesse sia la parte teorica che poi l’esercitazione pratica. Istruttore della formazione per la Ricerca Persone Disperse del Coordinamento l’Ispettore Superiore della Polizia di Stato Franco Muccione che ha parlato per circa un’ora e mezza sul Piano Provinciale per la Ricerca Persone Disperse, sul ruolo dei Volontari, delle Associazioni e del Coordinamento Territoriale precisando come il Presidente Marco Fassero, su proposta proprio di Franco Muccione, abbia subito capito l’importanza del tema ed abbia subito istituito un tavolo da lavoro che partisse dal coordinamento delle Unità Cinofile appartenenti alle Associazioni iscritte al Coordinamento Territoriale per poi dedicarsi proprio ai “battitori”, altra figura molto importante in caso di ricerca di persone disperse.

Muccione ha rimarcato l’importanza dell’equipaggiamento e dell’utilizzo dei D.P.I. e di come il Coordinamento abbia avviato, con i corsi di formazione specifici, un processo per avere un volontariato sempre più professionale su tutti i settori. E’ stato esposto l’iter per l’intervento dei Volontari in caso di ricerca persone disperse e di come sia fondamentale che vengano rispettati i ruoli e le gerarchie all’interno del Coordinamento, rimarcando quanto sia fondamentale che, seppur ci sia un intervento in emergenza, il Volontario avvisi il suo Responsabile di Associazione il quale avviserà subito il suo Referente COM il quale a sua volta avviserà il Presidente o la Segreteria del Coordinamento e, soprattutto in caso di ricerca persona dispersa, sia necessario avere l’autorizzazione della regione Piemonte a seguito di specifica richiesta da parte del Sindaco del Comune della persona dispersa per avere la necessaria copertura assicurativa.

Si è poi passati alla parte pratica dove si sono acquisite delle tecniche di base per formare una linea a pettine, su come bisogna procedere durante la battuta mantenendo sia l’attenzione sul proprio spazio di ricerca e sia il contatto visivo con i Volontari posti ai lati per poter mantenere un corretto allineamento e bonificare tutta l’area di ricerca.

Al termine della parte pratica ci si è dato appuntamento al 28 settembre quando si effettuerà una seconda giornata per la formazione dei battitori da ricerca persone disperse con un programma avanzato per tutti coloro che hanno già preso parte alla prima sessione.

Previous Post